Self & Share

Da tempo siamo entrati nella cosiddetta era del web 2.0.
Superati i tempi pionieristici del primo Internet, quello dove noi adepti ci mandavamo le mail l’un l’altro perché nessuno neanche sapeva cosa fossero e aspettavamo ore per il refresh di una pagina (world wide wait), ora viviamo un’epoca dove davvero sembra che…ci siamo.
La rete è veloce quasi ovunque, il wifi impera, le apps hanno relegato il browser all’uso primigenio, gli smartphone, i tablet e il mobile dilagano, diciamo che l’infrastruttura e il software ci sono.
E infatti il mondo è già cambiato nella sostanza.
E la sostanza, imho, si può sintetizzare in due parole : self & share.
Self : tutto ormai viene fatto in prima persona e in tempo reale perché la comunicazione è istantanea e l’accesso alle informazioni praticamente illimitato.
Un intero mondo di intermediari fisici è di fatto sparito dal nostro orizzonte e in tempi davvero impressionanti, un po’ sulla falsariga della sparizione dei supporti fisici (musica, stampa…).
Tutto viene fatto online e l’intermediazione può essere giusto di tipo consulenziale e comunque passa attraverso il web in qualche modo.
L’esempio classico è quello delle vacanze : tutto ormai viene fatto direttamente online e se si hanno bisogno di ragguagli c’è una pletora di infos a disposizione, dai siti vari a TripAdvisor e così via.
Lo stesso acquisto è sottoposto ai motori di ricerca specifici e alle loro griglie (Kayak App, ad esempio).
Risparmio di soldi, di tempo, gestione diretta e conoscenza.
Ma una delle cose più affascinanti del nuovo scenario, da scrittore, è la possibilità della pubblicazione istantanea, il self publishing, sia che riguardi un libro o un blog.
E’ un sogno realizzato quasi quanto l’informazione assoluta in tempo reale che dà Google o la rete intera (un vecchio sogno da bambino, in effetti).
Avendo poi sperimentato direttamente il delirio della catena editoriale in Italia e le sue storture sia economiche che antimeritocratiche nonché le inevitabili lentezze e inefficienze distributive borboniche, il self publishing è la risposta.
E il dato più incredibile che viene dagli USA, sempre trainanti, dopo quello del sorpasso degli ebooks sui libri fisici, è proprio il fatto che gli scrittori più emergenti e venduti negli ultimi tempi vengono quasi tutti dal self.
La seconda grande tendenza è lo share, cà va sans dire.
In realtà il concetto stesso di social network mi sembra limitante e sarà superato in tempi brevissimi, grazie alla crescente fortuna di Twitter.
Tutta la rete è ormai strutturata naturalmente sul binomio self-share ma siamo già molto oltre l’impostazione Facebook, simbolo del web 1.0.
Facebook mi sembra sempre più la Microsoft dei bei tempi e Twitter la mela.
Il concetto stesso di sito statico, superatissimo, ha avuto, non a caso, pessime trasposizioni perfino nelle apps successive.
Un po’ come quando Microsoft cercava di “stuprare” la natura di un mobile device buttandoci dentro la versione ridotta di Windows.
Penso che sia impossibile avere un blog e non pensare a Twitter come veicolo.
Twitter supera l’idea stessa di Facebook, la vetrinetta per gli amichetti (tutte cose che si potevano fare tranquillamente con altri strumenti già nel web 1.0), e la porta ad un livello superiore.
Non a caso è frequentato non tanto dai vips (categoria che aborro e non riconosco neppure) quanto da gente che fa cose e che ha contenuti da “condividere” appunto.
Poi è chiaro che l’uso e l’abuso del mezzo sono diffusi, come sempre, ma la natura del mezzo, la sua brevità, il concetto stesso di “follow”, porta naturalmente all’uso giornalistico del mezzo, laddove Facebook sembra una prima brutta copia virata in versione “college” (scambio foto, appuntamenti, chiacchiericcio).
Penso che su questi due binari il web sia entrato nella fase adulta, cambiando il modo di vivere, lavorare, giocare, studiare…e altri mille verbi ad libitum.
Benvenuti nel futuro.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s