Antipolitica?

Sembra proprio che le imminenti elezioni amministrative, le prime elezioni reali nella micro era Monti, saranno le elezioni dell’affermazione definitiva e prorompente del Movimento 5 stelle di Beppe Grillo.
Non sono sorpreso affatto, c’è sempre la ricerca della novità e questo é un momento talmente topico che chiunque abbia il crisma della reale diversità ha grosse frecce al suo arco.
Ho sempre ammirato Beppe Grillo come comico, sono sensibile al talento reale e lui senz’altro é stato di gran lunga uno dei migliori della nostra epoca, come ho potuto constatare anche di persona varie volte.
Pur non condividendo il 100% delle sue istanze politiche da post-comico e al netto di qualche ingenuità da entusiasta neofita, trovo profondamente fuorviante e ingeneroso il paragone con Bossi e la Lega e la frettolosa archiviazione nel vasto mondo del populismo becero ed ignorante.
In Italia la politica non è politica vera praticamente da sempre e quindi chiunque venga tacciato di anti politica è in realtà un benemerito che quasi sempre viene attaccato su questo piano per motivi fetidi ed inconfessabili.
Il populismo, poi, é sempre stato più o meno la cifra della politica dei grandi partiti, soprattutto recentemente, e non ha niente a che vedere con la semplicità e l’approccio diretto ai punti chiave che contraddistingue il Movimento.
In realtà il crollo di credibilità della classe politica italiana e dei meccanismi ormai eterni di conservazione e puro e semplice ladrocinio non poteva che generare, anche se molto tardivamente, secondo gli schemi da bradipo dell’italiano medio, una reazione veemente, complice una crisi economica che non permette più esitazioni.
Siamo più o meno in una epoca tipo Tangentopoli con l’aggravante economica che incoraggia anche soluzioni dal basso.
La gente sembra aver capito, complice anche una migliore cultura e una migliore informazione (la Rete é decisiva, sempre), che i fondamentali della politica sono marci e vanno cambiati tutti senza pietà e senza ascoltare partiti che mentono sistematicamente, non hanno nessuna relazione con la realtà che dovrebbero governare e che giocano sulla pelle di un popolino mediamente manipolabile il giochino delle finte contrapposizioni per poter “imperare” in sostanziale collusione.
Il governo Monti, tra i molti meriti, oltre a quello ovvio di aver spazzato via l’abisso che l’ha preceduto, ha oltremodo messo in evidenza la nullità della partitocrazia e le sue siderali distanze dal buon senso e dalle issues reali.
In questo scenario post-atomico un movimento che parte dal basso (non dal popolino ma da persone mediamente ben informate), che rinuncia a logiche da partito per statuto e in partenza (no accordi elettorali, no rimborsi elettorali, solo due mandati etc etc), che usa la Rete per tutto, che osa pensare il futuro secondo logiche ormai chiare (no economia petrolio, energie rinnovabili, risparmi nella cosa pubblica e non), che privilegia le nuove generazioni e la trasparenza (webcam nei consigli comunali e così via ma non solo) mi sembra che abbia una caratteristica di modernità assoluta che va molto al di là sia della politica italiana classica (prima repubblica) che di quella riveduta e corretta con l’uso criminale del marketing (seconda repubblica).
L’antipolitica é veramente altrove.

Advertisements

One thought on “Antipolitica?

  1. Mi hai tolto le parole di bocca…condivido in pieno! Giusto ieri, di fronte a Matteoli che sbiancava alla domanda: “Ma se Grillo vincesse?”, mi chiedevo perchè quest’opposizione spietata a un Movimento che ha raccolto il 2-3-4% in giro per l’Italia, cifra ragguardevole per non agire sui media tradizionali ma comunque lontana dai partiti che governano. Chissà, forse anche i dinosauri che sono in Parlamento hanno avvertito la scia della meteora, che speriamo arriverà nel più breve tempo possibile….
    Poi non capisco l’astio verso la parola “antipolitica”. Indica opposizione, cesura, taglio con il passato e, con la politica che c’è oggi, mi sembra un atteggiamento da premiare non da condannare.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s