Struck n. 3

Prendetelo come un omaggio al Duca che è ritornato.
Ci piace ricordarlo così, prima dei guai, bello come il sole.
I nobili, si sa, vivono in magioni eleganti e spaziosissime.
E Stay è un rock da limousine meraviglioso, relax under pressure al suo meglio, la forma più alta ed elegante di superbo rock innescato da un riff imperiale.
L’ultima incarnazione del magico camaleonte già ci piace ed era ampiamente nelle cose, se ci pensate bene.
Come una Greta Garbo, il ritiro a vita privata, gli albums che escono dal nulla, l’elegiaca ed elegante considerazione della caducità della vita e dei suoi colpi inesorabili.
Nell’ultimo essenziale singolo uscito c’è tutto questo oltre che l’omaggio commovente a Berlino, alla cover di Heroes, alla trilogia strepitosa uscita da quell’altra reclusione, la prima, fatta per salvarsi la vita e musicalmente feconda fino al delirio.
Sipario.

Advertisements

3 thoughts on “Struck n. 3

  1. Ho visto l’ultimo video uscito, quello di cui parli tu alla fine di questo post, e mi sono commosso. Credo che la vecchiaia, il dolore fisico, l’avvicinarsi della morte, non siano mai stati raccontati dalla musica rock – ma Bowie lo sta facendo, con il suo corpo, la sua musica, la sua voce. Avevo molto amato l’album “Hours”, del 1999, molto sottovalutato; sono sicuro che amerò molto anche quello che uscirà a marzo.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s