Struck n. 5

I nostri neuroni sono rimasti folgorati a vita negli anni 70 e 80 e la musica di quel periodo ci ha ampiamente colonizzato il cervello.
Tutti gli albums “postumi” dei gruppi di quell’epoca magica sono stati, chi più chi meno, ancora dei capolavori.
Nel 2012 i Wang Chung, gruppo “minore”, se mi credete, nel panorama eighties, hanno anche loro partecipato alla ronda nostalgica dell’album a grande distanza di tempo.
La classe non è acqua e questa musica, pur ripulita e digitalizzata, depurata dall’eccesso di synth tipico dell’era, ha ancora una forza e una bellezza che invano cerchereste nel deserto attuale.
Ascoltate questo gioiello come si degusta uno Shiraz d’annata.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s