Struck n. 11

Segnatevi questo nome : Park Chan-wook.
Lo so, il nome di un sudcoreano non è propriamente il massimo per un memo da cucina ma non è colpa nostra.
Ho appena visto “Stoker”, il primo film di produzione hollywoodiana del nostro, dopo anni di produzione autoctona molto celebrata dai cinefili e in primis da Tarantino, maestro di violenze esotiche.
Quasi un capolavoro.
Hollywood continua ad importare talenti da tutto il mondo e a portarli nel proprio parco giochi.
Dio solo sa quanto ne ha bisogno oggigiorno, vista la carenza di talenti stars and stripes originali.
D’altronde in un mondo in cui gli USA non producono più nè grandi tennisti nè grandi registi e sembrano persi nella globalizzazione, tanto vale assoldare i migliori a colpi di dollari e maestranze.
Il film è prodotto dai fratellini Scott, ha al suo attivo attori come la Kidman (al meglio della sua deriva witch post-chirurgia), il sempre ambiguo Goode (maestro giovane inglese della specialità fin dai tempi dello straordinario “Match Point” del vecchio Woody) e il miglior talento giovane del cinema Usa, Mia Wasikowska.
Con queste premesse il bocconcino sembrava prelibato e in effetti, al netto di una sceneggiatura non perfetta, “delivers”, come dicono a Hollywood.
E lo fa soprattutto con un’arte un pò dimenticata come la pura regia.
Da tanto tempo non vedevo un talento vero, dotato di uno sguardo riconoscibile e di una ricchezza di idee straripante.
C’è più cinema in dieci minuti di questo gioiellino che in interi film di molti contemporanei.
La lezione dei grandi maestri, Kubrick e Hitchcock in primis, si sente e si vede ma il ragazzo (peraltro cinquantenne) dimostra di avere, oltre alla finale in -k come i suoi grandi predecessori, anche altre doti personali.
Non perdetelo.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s