Indietro tutta

Non c’è dubbio che noi persone cosiddette normali non potremmo mai fare politica attiva e professionale.
Troppi sono i dubbi, le remore, le considerazioni di tipo ideale e morale (smile).
L’incontro di ieri tra Renzi e b più che epocale a me è sembrato una triste continuazione di vent’anni di delirio nella terra, quella italica, che va all’incontrario rispetto ad ogni logica.
L’unica differenza che ho notato è che la new entry è più cinica e spudorata dei suoi predecessori, maestri del rinvio e dell’ipocrisia.
È stato facile per il sedicente trasparente Renzi sbeffeggiare la conventio ad excludendum sacrosanta rispetto alla persona che rappresenta la lobby che ha distrutto questo paese, soprattutto culturalmente, grazie anche alla spudoratezza e al finto efficientismo di chi, dichiaratamente, è sceso in politica per difendere la roba.
Ci hanno fatto perfino un governo figuriamoci se non posso incontrarlo…
Il ragazzo è furbo e conosce bene i meccanismi mediatici che hanno intossicato questo paese a lungo : non si risponde mai nel merito ma si parla sempre degli altri.
Il problema è proprio questo : il primato apparente dell’ennesimo furbo eleva a sistema ormai ineluttabile la tabe italiota.
Un paese di ignoranti provinciali non può che avere “in gran dispitto” sia l’intelligenza vera, che spesso fa a pugni con la furbizia e il calcolo del tornaconto personale e di parte, sia la cultura e la moralità vera.
In pratica gli italioti hanno sostituito un furbo con uno 2.0, meno oggettivamente impresentabile del primo, ma sostanzialmente latore della stessa visione della vita.
E questo è un grave danno.
Senza la proclamazione della verità con chiarezza non si dovrebbe andare avanti e svoltare, così come succede nelle piccole vite di ognuno di noi.
Invece qui la verità non viene mai detta e si accetta quello che è inaccettabile nascondendosi dietro un cinismo e un pragmatismo efficientista sbandierati e sospetti.
Facile gioco quello di additare sempre gli altri, indifendibili, inciucisti, irresoluti.
Su questo giochino Renzi costruirà le sue fortune : peccato che andava detta la verità (sul meccanismo infernale che ha ucciso questo paese negli ultimi vent’anni e sulle correità della sinistra) ma mettendo un punto fermo e cercando davvero non la vetrina e un accordo a tutti i costi.
Infatti il nuovo accordo, guarda caso, prevede l’eliminazione delle voci dissonanti, mantiene orgogliosamente la natura illiberale e profondamente antidemocratica del Porcellum (ossia le liste scelte dalle segreterie) e cerca di eternare l’esistente, perchè fa comodo adesso ed è facilmente vendibile al popolino che è disgustato dagli eterni balletti e dal fatto che sono mesi che una legge elettorale non viene fatta.
Oggettivamente quindi oggi si cerca di eliminare per via tecnica i rompiscatole veri e quelli che sono oggettivamente fuori dai giochini, ossia il M5S, legittimando una volta di più chi andava ripudiato per sempre e con ignominia, e cercando di far entrare anche il grottesco partitino dei finti scissionisti, ultima furbata della parte politica meno credibile e più fasulla dell’intero Occidente.
Bel colpo, Renzi.
Di fronte a questo finto decisionismo quasi quasi mi viene voglia di rivalutare le insopportabili e fetide manfrine della prima repubblica.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s