Asphalte

Samuel Benchetrit è un talento multiforme, uno di quei fenomeni che nessuno conosce al di qua delle Alpi, a dimostrazione che tra i cugini e gli italioti c’è molto di più che una catena montuosa a separarne culture, destini, logiche, atteggiamenti.
Scrittore, teatrante, regista e molte altre cose Samuel non si è fatto mancare nulla nella sua intensa vita di intellettuale figlio di immigrati, compreso l’amore per belle donne tormentate come Marie Trintignant (morta per omicidio nel 2003), Anna Mouglalis e Vanessa Paradis.
L’ho conosciuto avvicinandomi con sospetto al film “Il condominio dei cuori infranti”, sospetto generato più che altro dall’orrido titolo italiano (comme d’habitude), perché già la sola presenza di Isabelle Huppert, autentica divinità della recitazione, mi attirava irresistibilmente.
Il titolo originale, “Asphalte”, deriva da una sua trilogia letteraria “Les Chroniques de l’Asphalte”, romantica, dolente e grottesca visione delle periferie francesi e dei loro sfortunati abitanti.
Anche il film respira questa atmosfera a metà tra il trasognato e il malinconico ed è, come capita spesso ai film francesi, un autentico gioiello intriso di una classe sconosciuta in Italia, nonostante l’argomento che avrebbe incoraggiato ben altre derive e ben altri accenti nel cinema nostrano, con alcune idee di sceneggiatura, non rivelabili, semplicemente geniali.
Piccolo, strepitoso cinema da camera, dove non solo la dea recita alla sua siderale altezza (la scena delle finte prove teatrali davanti ad una telecamera vale il film), ma anche una schiera di attori transalpini meravigliosi, tra cui metterei in primo piano Gustave Kervern.
100 minuti della propria vita ben spesi, lontani dalle news e dalle follie di un mondo demente che sembra avere in “gran dispitto” neuroni e lumi vari.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s